domenica 26 luglio 2009

La sindrome da sparatutto in prima persona

Gli FPS, altrimenti conosciuti come sparatutto in prima persona, sono quei videogiochi nei quali siamo chiamati a impersonare un marine o un altro truzzo e andare in giro per labirinti a eliminare nazisti, cose così. Indimenticabili nel loro genere Wolfenstein, col suo remake, DooM, Quake, Duke Nukem (il gioco con il seguito più ritardato di sempre, nel senso che è atteso da quasi tredici anni), Half Life e la saga Halo, famosa soprattutto per aver lanciato le due console Xbox. C'è chi gioca troppo e si immedesima eccessivamente nei protagonisti di questo gioco, come si può apprezzare nel simpatico video che segue.

1 commento:

sparatuuto ha detto...

dal morir dal ridere