martedì 1 febbraio 2011

Le donne protagoniste della protesta in Egitto

Le donne egiziane stanno scendendo in piazza a fare la rivolta? Su internet, non tutti ne sono convinti e c'è chi - forse col malcelato intento di dare addosso al mondo musulmano, considerato inferiore al più evoluto occidente (come diceva il nostro "amato" premier) - sostiene che invece siano tenute segregate in casa dai loro mariti/fratelli/padri aguzzini.

Stanotte guardando le immagini in arrivo da quelle strade mi sono improvvisamente accorto di un dettaglio del quale non ho sentito parlare nessuno pur essendo di un’evidenza e di un’importanza devastante: praticamente non ci sono donne in piazza.
E non è normale.
E significa che non stavano chiuse a causa del dittatore, ma di quelli che vogliono cacciare il dittatore.

Insomma, calvalcare strumentalmente i luoghi comuni sulla condizione (certo non semplice) delle donne nel mondo islamico è facile, ma è davvero questa la realtà? Basta ricercare un po', consultando media, social network, ascoltando testimonianze, però per capire quanto questa sia un'impressione sbagliata, come dimostrano per esempio queste foto su facebook, o il video qui sotto, che dimostra il coraggioso ed essenziale apporto delle donne egiziane nel tentativo di rovesciare il vecchio e odioso regime.

Nessun commento: