martedì 15 febbraio 2011

Ruby seminuda pubblicizza lo "strategismo sentimentale" di Marra e la bufala del signoraggio (!!). A che serve studiare se basta andare a letto con il premier per guadagnare 100mila euro?



Il video di Ruby che pubblicizza il "capolavoro" di Alfonso Luigi Marra il Labirinto Femminile è quanto di più trash si possa vedere in televisione. Pare che un passaggio prima del TG3 serale costi 19.500 euro (l'attività come avvocato e gli anni in politica, ovviamente con Silvio, del Marra devono aver pagato bene). C'è da dire che però Ruby recita un po' meno peggio di Manuela Arcuri (protagonista del primo spot) e di Lele Mora (che per girare si è accontentato di chiedere un solo, simbolico euro, che poi è quanto gli avrei dato io). Ok, la nipote di Mubarak (che non appare molto impensierita per le sorti dello zio, che ingrata) non legge ancora l'italiano in maniera fluida, ma chissà, se tra un bunga bunga e l'altro Papi le facesse dare qualche corso di dizione e di italiano, potrebbe migliorare. Magari potrebbe pagarselo con il sontuoso ingaggio di Marra, o con i cinque bei milioncini che, secondo le intercettazioni, aveva chiesto al nostro non ricattabile premier. La parte più sconvolgente è quella relativa al signoraggio (una bufala pazzesca per chi non lo sapesse). Insomma, se con lo strateGGGGismo pensavate si fosse toccato il fondo, be', no, il peggio doveva ancora venire. Altro che capri espiatori d'Egitto...

3 commenti:

Anonimo ha detto...

vergogna a lei e a chi ha appoggiato in qualsiasi modo questa maggioranza di italiani furfanti.

Piero ha detto...

Come faceva a imparare correntemente l'italiano se la bocca era sempre occupata dal regale uccello?

Anonimo ha detto...

ma tu ci sei o ci fai?